Inzaghi in conferenza: “Meritavamo il vantaggio già nel primo tempo. Keita? Ha dato una scossa alla partita”

inzaghiTanta imprecisione nel primo tempo, poi una ripresa in cui il campo ha visto prevalere la superiorità tecnica dei biancocelesti. All’Olimpico Lazio-Pescata termina con il risultato di 3-0, grazie alle reti di Milinkovic, Radu e Immobile. Simone Inzaghi può dunque sorridere, per la vittoria ritrovata e per i tre punti che vedono i suoi salire a quota 7 punti. Per commentare e analizzare la sfida, il mister è intervenuto in conferenza stampa direttamente dalla pancia dell’Olimpico. Ecco le sue dichiarazioni:

Risultato netto e importante? “Avremmo dovuto far gol prima, ma capita di sbagliare spesso vicino alla porta. Dovevamo essere più cattivi in quella zona, ma sono contento della prestazione dei ragazzi. Il rigore poteva cambiare la partita sicuramente, ma io sono contento della squadra”.

Lazio più incisiva con Keita? “Sicuramente ha dato una scossa alla partita. Può giocare dall’inizio, è entrato molto bene, così come ha fatto bene anche Djordjevic. Avremmo dovuto essere in vantaggio già nel primo tempo, ma avevamo spirito e cattiveria giusta”.

Anderson da riproporre in quella posizione? Questo sarà il nuovo modulo? “Ha fatto un’ottima gara e non era semplice. Abbiamo cambiato modulo in pochi giorni, in base alle caratteristiche del Pescara, squadra che lavora bene e fastidiosa da affrontare. Abbiamo lavorato con grande disponibilità da parte dei ragazzi, serve maturità per cambiare modulo, anche l’allenatore deve adeguarsi ai giocatori. Avevo visto in settimana Immobile e Djordjevic bene insieme e ho optato per questa soluzione”.

Lazio migliore nel secondo tempo? “A me la squadra è piaciuta sempre, siamo partiti aggressivi, non lasciando giocare il Pescara che invece, solitamente, costruisce molto”.

Rigore severo? “Penso di sì, ma devo ancora rivederlo”.

Nel primo tempo c’è stata mancanza di cattiveria sotto porta? Con il Milan arrivato il momento di vincere? “Speriamo accada, la vittoria manca da troppo tempo. Dovevamo essere più cattivi e segnare prima, ma sono molto contento dell’atteggiamento. La squadra ha approcciato nel migliore dei modi”.

Gol di difensore, centrocampista e attaccante: simbolo di una Lazio che tende all’attacco? “Sintomo di una Lazio che sta bene”.

Il centrocampo a 5 da riproporre per dar ancora spazio a Milinkovic “E’ un’opzione, io devo pensare anche a come stanno i miei giocatori e in base a ciò decidere come giocare in base all’avversario”.

Come sta Biglia? “Tra domenica e lunedì vedremo se recupererà per il Milan”.

 

Follow LAZIALITA on Social
0