Delio Rossi: “Lazio, serve senso di appartenenza e un progetto valido. Obiettivo per quest’anno? Europa League”

Rossi-Delio

Dopo un estate tribolata, dalla questione Bielsa al caso Keita passando per il mercato, finalmente la stagione della Lazio ha preso forma. I biancocelesti di mister Inzaghi hanno iniziato il campionato, sperando in un annata positiva che riporti la gente allo stadio. Per parlare del mondo Lazio e delle sue problematiche, è intervenuto ai microfoni di Radio Olympia Delio Rossi, che fa partire la sua riflessione proprio dal rapporto tra il tifo e la societĂ : “I pochi abbonati sono il frutto di una situazione insanabile tra la gente e la societĂ . I tifosi potrebbero tornare se la squadra farĂ  bene. Un minimo di segnale da parte della societĂ  ci sta, perchĂ© ha messo dentro Inzaghi e Peruzzi, che hanno fatto la storia della Lazio. Io glielo chiesi sette anni fa di mettere Peruzzi in quel ruolo. Tu però se vai a trattare altri allenatori e poi presenti Inzaghi non sei credibile. Lotito sta faticando, almeno che non porti qualcosa che faccia sognare i tifosi. Serve un senso di appartenenza, e un progetto valido. Mi dispiace per chi ci lavora, perchĂ© so che è gente che tiene alla Lazio”. Poi si passa alle prime tre di campionato: “Il centrocampo ha fatto male a Verona, ecco perchĂ© la Lazio ha giocato male. Mi sembra presto per dare un giudizio. Tanti giocatori sono arrivati a fine calciomercato, e il campionato è appena iniziato. Con la Juve ha provato a cambiare, ma con i bianconeri non si può vincere”. Chiosa finale sui possibili obiettivi della squadra: “Questa Lazio può arrivare in Europa League se fa bene, ma ci sono squadre piĂą forti della Lazio, è difficile. Prima ci sono Juve, Inter, Roma, Napoli e Fiorentina. Poi ci sta sempre una sorpresa. Il calcio ti può smentire ma la Lazio è da sesto, settimo o ottavo posto. Il Milan paga questa situazione della società”.

Follow LAZIALITA on Social
0