Guido De Angelis: “Non abbiamo un giocatore capace di far sognare la gente, ieri ne √® stata la dimostrazione”

Guido-Nuova-5Una vittoria, una sconfitta, un pareggio. Questo il bilancio delle prime tre gare di campionato disputate dalla Lazio, che ieri contro il Chievo non √® andata oltre l’1-1. Per commentare il match del Bentegodi, in apertura di ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma‘, in onda sulle frequenze di Radiosei, il direttore Guido De Angelis¬†ha affermato: “Non avevamo ferocia, il Chievo correva di pi√Ļ, arrivava sempre prima sul pallone. Alla fine dei conti, la Lazio ha comunque meritato il pareggio, ma il passo indietro c’√® stato dal punto di vista¬†del gioco, che ieri √® stato davvero insipido, con ritmi bassissimi, forse dovuti anche al caldo e alle energie impiegate in Nazionale. Ci siamo fatti attaccare, non riuscivamo mai a ripartire. La difesa √® andata benino, ma √® stata insufficiente sulle palle inattive: l√¨ Inzaghi dovr√† lavorare molto, perch√© il Chievo ci ha messo in grande difficolt√† in pi√Ļ occasioni, fortunatamente non trovando il gol. A centrocampo Lulic √® andato male, Biglia non √® un leader e deve dare qualcosa in pi√Ļ. Anche per Kishna si √® registrato un passo indietro rispetto a Bergamo. Immobile, che si √® mosso molto per tutta la gara, non ha ricevuto alcun pallone giocabile; nella ripresa, c’√® stato poi l’ingresso di Keita, che sembrava un giocatore non appartenente alla Lazio, anche da un punto di vista di approccio: troppa la differenza con gli altri, che ha infatti rianimato anche i tifosi sugli spalti e i giocatori in campo, seppur a volte con un¬†atteggiamento che pu√≤¬†risultare¬†spocchioso. Mi piacerebbe che la societ√† riuscisse a portare un giocatore capace di far sognare la gente, perch√© non lo abbiamo e ieri ne √® stata la dimostrazione“.¬†

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0