Campedelli a Quelli Che: “Lazio ottima squadra. Maran? Lotito non lo ha mai contattato”

Campedelli

Conclusa la sosta delle Nazionali, si riparte con il campionato. Domenica la Lazio sarà ospite a Verona del Chievo, piccola realtà della Serie A ormai da parecchi anni. Le partite con i gialloblù sono sempre state complicate, la squadra di Maran è un osso duro per gli avversari, grazie alla compattezza del gruppo e ad una struttura societaria sempre organizzata. Per parlare della prossima sfida è intervenuto durante la trasmissione ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’ in onda su RadioSei, il presidente dei clivensi Luca Campedelli, che parte dalla ricetta che tiene in piedi la sua squadra: “La passione è l’ingrediente fondamentale per essere sempre a contatto con la squadra. L’elemento vincente sono sempre i giocatori e gli allenatori. Un tecnico al Chievo deve avere determinate caratteristiche. Qui sanno tutti che si può lavorare con serenità, senza che io interferisca con le scelte, anche perché per me giocherebbero tutti e 23. Non abbiamo poi un pubblico che può metterti troppa pressione e questo sicuramente aiuta. L’obiettivo di quest’anno? Dovremo cercare di salvarci e di non fallire in Serie A. Dobbiamo esserne consapevoli: un caso Leicester in Italia non può esistere. L’ultimo scudetto da provinciale resterà quello del Verona. Nel calcio moderno una cosa del genere non è più riproponibile”. Sul presidente Lotito: “Il nostro rapporto è fatto di alti e bassi. Ora è un momento di media. Non riesco ad essere arrabbiato con lui per più di dieci giorni. Diciamo che mi piace ascoltare, perché tanto parla sempre lui al telefono. Se mi ha chiesto Maran in estate? Una bufala giornalistica. Claudio mi ha detto che non lo ha mai contattato”. Sulla partita di domenica: “Giocherà Keita? L’unico vantaggio è che mancherà Klose, lui ci segnava sempre. Per me la Lazio è un’ottima squadra, molto interessante e con prospetti altrettanto interessanti. È ancora tutta da scoprire. Simone Inzaghi poi mi sembra abbia delle idee importanti. Se firmerei per un pareggio? Sì tutta la vita”. Chiosa finale sulla favorita scudetto: “Juve davanti a tutte. Se fa gli stessi numeri dello scorso anno non c’è storia.”

Follow LAZIALITA on Social
0