L’ex Lazio Flavio Roma: “Wallace √® un professionista serio, mi piace. Keita? Lo accoglierei al Monaco”

flavio-roma-monaco_1kspiuf4t23op15sda1hu419rr

Flavio Roma, ex portiere della Lazio, con cui non ha mai debuttato in prima squadra ma con la quale ha vinto uno scudetto Primavera nel 1995, √® intervenuto ai microfoni di Radiosei per parlare del momento attuale dei biancocelesti e di calciomercato.¬†“Visto da fuori, la Lazio sembra in confusione. Vedere una societ√† in difficolt√†, con il tecnico che non si sa se verr√†, non d√† una bella immagine e dispiace“. L’ex di Monaco e Milan tra le altre, ha poi commentato il ritorno a Formello di Angelo Peruzzi: “L’ho conosciuto da calciatore, giocandoci contro e poi insieme in Nazionale. E’ un ruolo che gli si addice, ha carisma e carattere. Conosce l’ambiente di Roma e la tifoseria. Pu√≤ essere un buon tramite, ha un’ottima immagine e un buon carisma. Un ruolo importante, quello di Angelo, anche se qualcuno lo potrebbe sottovalutare. E’ giusto che dica di non poter fare miracoli, per√≤ il suo √® un ruolo indispensabile: c’√® bisogno di qualcuno che faccia anche da ammortizzatore in situazioni particolari. Ha esperienza da vendere“. Su Keita e l’interesse del Monaco: “Non lo conosco caratterialmente; magari √® anche un ragazzo mal consigliato. Io tecnicamente lo accoglierei al Monaco! Ma mentalmente non lo conosco, spero sia solo la situazione del momento“. Dopo tanti anni in Francia, Roma¬†conosce bene la Ligue 1¬†e Wallace, ultimo arrivo in casa Lazio: “A me personalmente piaceva come giocatore. Al di fuori delle prestazioni, √® un ragazzo che lavora, un vero professionista. Penso sia un buon biglietto da visita per un giocatore. Gi√† presentandosi cos√¨, √® un acquisto buono. E le sue prestazioni sono buone. Il suo limite pu√≤ essere la sua stazza, che per√≤ in determinati momenti pu√≤ essere il suo pregio. Pu√≤ sembrare macchinoso nei movimenti, ma √® efficace. Se sai gestire bene i tuoi limiti, sei un buon giocatore. Titolare? Dipende da lui. potrebbe, ma √® un ragazzo giovane, l’ambiente √® nuovo. Non √® facile, in una societ√† come la Lazio ci vuole tanta testa. Ma pu√≤ esserlo“. Una battuta anche su Thauvin, obiettivo di mercato biancoceleste per sostituire il partente Candreva: “L’ho conosciuto poco sul campo. Se si parte dal presupposto che al posto di Candreva √® stato scelto lui, significa che sia stato seguito e che sia all’altezza. L’unico problema potrebbe essere lo shock del passaggio tra il campionato francese a quello italiano: sono diversi sotto ogni punto di vista. Candreva ormai √® un giocatore internazionale, con gli azzurri ha giocato partite importanti. La Lazio perde molto“. Un parere anche sui portieri biancocelesti e sulla possibilit√† di perdere Marchetti: “Berisha fino alla stagione scorsa era il secondo, per√≤ non ha fatto male quando ha giocato. Magari con pi√Ļ continuit√†, senza avere il peso della presenza di Marchetti, sicuro del proprio ruolo di titolare, per me pu√≤ andare bene. Non penso che il livello sia drammatico come si dice in giro. Certo, perdi un portiere importante, ma non penso ci sia il motivo di stare in ansia“. Infine una battuta sul proprio futuro: “Sono fermo, sto facendo i vari patentini, come tutti i calciatori che smettono. Ho parlato un po’ con il Monaco, ne riparleremo dopo le vacanze. Spero di rimanere l√¨, conosco bene l’ambiente, la societ√†. Poi c’√® la citt√†, un bel pacchetto completo“.

Follow LAZIALITA on Social
0