Berlino, 9 luglio 2006: dieci anni fa il trionfo ai Mondiali

Berlin, GERMANY: (FILES) - Picture taken 09 July 2006 of Italian defender Fabio Cannavaro (C) celebrating with the trophy after the World Cup 2006 final football game Italy vs.France, at Berlin stadium. The 2006 'Ballon d'Or' is due to be announced, 27 November 2006, and Italy's World Cup-winning captain Fabio Cannavaro is widely expected to succeed Barcelona's Brazilian Ronaldinho as the 51st winner of the prestigious prize. AFP PHOTO / NICOLAS ASFOURI (Photo credit should read NICOLAS ASFOURI/AFP/Getty Images)

Sono passati giĂ  dieci anni da quel rigore di Fabio Grosso: palla calciata con potenza alla sinistra del portiere: Barthez spiazzato, Francia battuta, Italia campione del mondo. Era il 9 luglio del 2006, l’estate di Calciopoli: gli azzurri partirono per la Germania sommersi dalle polemiche e accompagnati da aspettative bassissime. Il cammino degli uomini di Lippi invece sorprese tutti, anche i padroni di casa, sconfitti in semifinale con i gol di Grosso e Del Piero. Poi Berlino e quella notte ricca di emozioni: contro la Francia non bastarono 120 minuti per designare un vincitore. E pensare che la partita era iniziata malissimo: al 7’ fallo di Materazzi su Malouda e calcio di rigore trasformato da Zidane con un “cucchiaio” beffardo. Il pareggio dell’Italia arrivò dieci minuti piĂą tardi proprio con un colpo di testa di Materazzi: 1-1. Il risultato rimase bloccato fino al 90’ ed oltre, anche dopo l’altro “colpo di testa”, quello piĂą famoso di Zidane. Nel secondo tempo supplementare il capitano francese colpì Materazzi con una testata al petto e finì anzitempo la sua partita: espulsione. Quella notte terminò poi con i calci di rigore, dolcissimo ricordo dell’estate tedesca. Per l’Italia reti di Pirlo, Materazzi, De Rossi e Del Piero. Dall’altra parte quattro cecchini francesi, traditi solo da David Trezeguet che calciò la palla sulla traversa. Infine il rigore trasformato da Grosso che fece esplodere la gioia azzura: Italia campione del mondo per la quarta volta.

Follow LAZIALITA on Social
0