EURO2016 – Galles nella storia: Belgio eliminato e semifinale con il Portogallo

e38618bc0aa92f918dc7d35aadd60f5b

AGGIORNAMENTO 1/07 ORE 23:00: Impresa storica del Galles, che con il punteggio di 3-1 sconfigge il Belgio di Hazard e vola in semifinale, la prima della sua storia. Bruciante eliminazione per gli uomini di Wilmots, considerati tra i favoriti per la vittoria finale del torneo. Nonostante ciò, sono proprio gli eliminati a passare in vantaggio dopo solo 12 minuti di gioco: il solito Radja Nainggolan viene servito sulla trequarti e da quasi 30 metri calcia di collo pieno, trovando l’incrocio dei pali e la sua seconda marcatura nel torneo. Sembra l’inizio di un’altra goleada per “Les Diables Rouges”, ma il Galles non è la vittima sacrificale che molti si aspettavano. La squadra inizia a pressare, e dopo una clamorosa occasione sventata da Courtois, trovano il pari con il capitano Williams, che di testa imbecca il cross di Aron Ramsey ristabilendo la parità. Inizia la ripresa e il Belgio sembra scomparire dal campo. Al contrario, il Galles continua ad imporre il proprio gioco e al 55′ il solito Ramsey trova RobsonKanu in area di rigore: magia del centravanti che controlla, elude l’intervento di 3 difensori con un fantastico dribbling di tacco e piazza il pallone alla destra di Courtois. Vantaggio gallese e Belgio che deve necessariamente trovare il pari. Gli avversari si chiudono bene e, in contropiede, trovano il sigillo finale a due dalla fine, con uno strepitoso colpo di testa dell’attaccante Vokes che con una torsione da grande centravanti chiude il match sul risultato di 3-1. In semifinale, si scontreranno quindi le due stelle del Real Madrid: Gareth Bale e Cristiano Ronaldo.


Prosegue il cammino di Cristiano Ronaldo e del Portogallo ad Euro2016, che al termine della lotteria dei calci di rigore, trionfa contro la Polonia di Lewandowski (Vincente contro la Svizzera proprio grazie ai tiri dal dischetto).
A passare in vantaggio, però, dopo solo due minuti dei tempi regolamentari è proprio la nazionale polacca: Grosicki va sul fondo e serve Lewandowski con un cross rasoterra in area di rigore; l’attaccante del Bayern calcia di prima intenzione e con un potentissimo piattone batte Rui Patricio. Il Portogallo non gioca bene, ma al 33′ ha la fortuna di rientrare in partita: Nani serve palla a Renato Sanches; il giovane (appena 18 anni per lui) si accentra e lascia partire un potente mancino che, complice di una deviazione, non lascia scampo a Fabianski.
Le due squadre sembrano accontentarsi, creando raramente occasioni pericolose e rendendo di fatto l’invasione di campo di un tifoso durante i tempi supplementari l’azione più rilevante dell’intero match.
Si va dunque ai rigori, segnano rispettivamente Ronaldo, Sanches, Moutinho e Nani per il Portogallo, Lewandowski, Milik e Glik per la Polonia. Il quarto tiratore polacco è Blaszczykowski, che prova a piazzarla ma trova la risposta a mano aperta di Rui Patricio.
E’ il match-point per i lusitani: dal dischetto va Ricardo Quaresma, eroe dei supplementari contro la Croazia, che con freddezza sentenzia il match. Per loro, adesso, la vincente di Galles-Belgio.

Follow LAZIALITA on Social
0