Tommaso Paradiso (Thegiornalisti) a ‘Quelli che’: “Laziale fin da bambino, Boksic il mio idolo. Una canzone per la Lazio? Un giorno la far√≤”

Tommaso Paradiso Radiosei

Intervenuto negli studi di¬†Radiosei¬†nel corso della trasmissione¬†‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’,¬†il cantante leader¬†¬†dei “Thegiornalisti”,¬†Tommaso Paradiso, ha parlato di s√© e della sua fede per la Lazio. Innanzitutto un retroscena sull’etimologia del nome e la nascita del gruppo:¬†” Di solito si fanno sondaggi e riunioni per scegliere il nome, in questo caso no: ho scelto io. E’ un nome ironico, fa ridere e d√† l’idea del nome del gruppo. Noi scriviamo testi semplici e produciamo canzoni facilmente comprensibili. Il gruppo si forma nel 2009 e il primo disco esce nel 2011. Ci siamo formati unendoci dopo esperienze terminate in altre band. Condividiamo tutti la passione per il calcio e ci scanniamo anche in tour, specialmente durante i derby, visto che siamo un laziale, un romanista e uno juventino. Il primo anno avevamo un furgone che si chiamava proprio “TheFurgone” e il primo brano che ci ha portato alla ribalta¬†√® stato ‘Fine di un’estate’ . La nostra √® una musica malinconica e romantica che si ispira agli anni ’80 e ha un pubblico compreso tra i 20 e i 40 anni. I miei idoli musicalmente parlando sono Lucio Dalla, Vasco Rossi e Luca Carboni, poi per quanto riguarda il cinema senza dubbio Carlo¬†Verdone con i suoi ‘Borotalco’ e ‘Acqua e Sapone’ e i film di Carlo Vanzina. Io scrivo i testi e ho scritto recentemente “Luca lo stesso” per Luca Carboni, ma anche altri che ancora non sono usciti e di cui non posso dunque parlare.”¬†Poi sulla sua Lazialit√†:¬†“E’ accaduto grazie a mio zio ‘Foffo’. Mi portava allo stadio con mio cugino in Tribuna Montemario e ho vissuto la grande epoca di Sergio Cragnotti, avendo la fortuna di ammirare campioni come Beppe Signori e Alen Boksic, con quest’ultimo che rappresenta il mio giocatore preferito in assoluto. Attualmente la Lazio mi sembra come un cartone giapponese, dove c’√® un malvagio che terrorizza tutti e c’√® un clima di terrore. Fare il presidente di una squadra di calcio penso sia la cosa pi√Ļ bella del mondo, ma perch√© farsi odiare? In passato ho scritto per ‘La Voce della Nord’ Io quando vado allo stadio vado sempre in Tribuna Tevere. Lo scorso anno sognavo¬†con Felipe Anderson, mentre quest’anno ho notato la sua paura e la sua tendenza a passarla subito. Mi auguro che l’anno prossimo a costo di prendersi i fischi non passi mai il pallone e faccia quello che voglia. Un giocatore che mi ha impressionato nonostante l’anno difficile √® stato Milinkovic-Savic, che se rimane Biglia pu√≤ crescere tanto. Una canzone per la Lazio? Ci ho sempre pensato, un giorno la far√≤”. ¬†A seguire altri aneddoti sulla storia del gruppo e qualche consiglio ai giovani:¬†Noi ci siamo autoprodotti i primi due dischi poi un grande manager di Milano √® impazzito per le nostre canzoni¬†e ci ha portato nella musica che conta. Ricordo che mi arriv√≤ la chiamata dal produttore mentre giocavo a basket a un campetto vicino casa e mi disse proprio “Ho sentito Fine di un’estate e sono cascato dalla sedia. Incontriamoci”. Nel tragitto per il colloquio siamo andati dritti per Fiesole in silenzio, senza neanche mettere la musica. Ci siamo visti, abbiamo mangiato ed eravamo d’accordo su tutto. Il rapporto continua tutt’oggi ed √® una bravissima persona. Quando mi arrivano le sue telefonate √® sempre emozionante. Poi negli ultimi tempi la nostra canzone ‘Promiscuit√†’ √® stata la colonna sonora del film dei ‘The Pills’. Siamo stati presenti al 1 maggio ma torneremo in tour a novembre, a Roma il 26 all’Atlantico e poi all’Alcatraz di Milano. Ai ragazzi di oggi che si avvicinano al mondo della musica consiglio di essere sempre aggiornati e di farsi sentire anche da compagnie discografiche autonome. Non rivolgetevi subito ai non plus ultra delle compagnie discografiche perch√© non √® sempre la via migliore da seguire. Tra Ligabue, Vasco Rossi e Zucchero? Vasco tutta la vita. Perch√© la canzone ‘Mare Balotelli’? E’ dedicata ai ragazzi di oggi, che si vestono male, nel testo ‘di m….”.¬†

Follow LAZIALITA on Social
0