Guido De Angelis: “Siamo al 27 giugno e ancora non c’è alcuna ufficialità. Società, per rinascere serve programmazione”

Guido Nuova

Inizia una nuova settimana, la notizia tanto attesa però non è ancora arrivata. L’annuncio dell’ufficialità di Bielsa è stato ancora rimandato, quando mancano ormai pochi giorni al raduno della squadra che anticiperà il ritiro di Auronzo. Per parlare di questo, e non solo, arriva il consueto editoriale del direttore Guido De Angelis, in apertura della trasmissione ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma‘: “Mi auguro che alla Lazio accadrà tutto in un giorno, che arrivi Bielsa , che venga annunciato qualche giocatore, che venga presentata la maglia e la campagna abbonamenti. Siamo arrivati in un punto in cui la sola cosa ormai importante è che la Lazio riaccenda i motori, non abbassando la guardia. La realtà ci dice che al 27 giugno non è ancora successo niente, almeno ufficialmente. Bisogna riportare entusiasmo, spero che i tifosi e la Curva Nord tornino a riempire lo stadio, non può pensare a questo il solo allenatore. Il lavoro dietro alle quinte deve essere intenso e costante, Bielsa è uno strappo alla regola, ma non potrà bastare. Per 12 anni abbiamo cercato di far capire alla società di dover fare il salto di qualità, che però non è mai arrivato. La Lazio, invece, ha bisogno di stare nel calcio che conta, dove non siamo più da troppo tempo. Non è stato fatto un buon lavoro in questi anni, ma bisogna capire che le cose rinascono con la programmazione e con una ristrutturazione completa. In città abbiamo perso tanti tifosi e tanti giovani, le iniziative fatte sono sporadiche, non bastano a colmare il vuoto creato. Ora il lavoro da fare è doppio e il marketing deve essere aiutato. La domanda che mi pongo è: si sta programmando e costruendo qualcosa di più grande? Io sono contento di Bielsa, come tanti tifosi della Lazio, ma non posso pensare che il tecnico possa essere lasciato solo e che un giorno arrivare a pensare di andare via. Se tutto questo non c’è, l’arrivo di Bielsa non basterà a cambiare rotta. Mi auguro che ci sia la volontà di investire seriamente nel futuro, di creare i presupposti per tornare a certi livelli. Tifosi, stiamo sempre vicino alla squadra, la Lazio va comunque esaltata e protetta”.

Follow LAZIALITA on Social
0