Guido De Angelis: “Solo Bielsa pu√≤ far ripartire la Lazio, ma la societ√† deve seguirlo. A quando le prime operazioni di mercato?”

Guido Nuova

Non ha ancora messo piede nella Capitale, ma Marcelo Bielsa continua a essere l’argomento principale in casa biancoceleste. L’attesa di conoscere il nuovo allenatore, in effetti, √® davvero grande, come si evince dalle parole del direttore Guido De Angelis, in apertura della trasmissione ‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’: “Bielsa √® l’unica salvezza per uscire da questa mediocrit√†, perch√© √® un tecnico che sa motivare i giocatori. Le campagne acquisti, finora, sono sempre state fatte in base all’occasione, non alla programmazione. L’argentino, invece, vorr√† creare¬†prima di tutto un gruppo¬†e rappresenter√† un¬†toccasana contro l’improvvisazione, la leggerezza con cui tante situazioni sono state gestite della societ√†. A Formello bisogna ricreare un clima rigoroso, dopo mesi trascorsi in totale abbandono. Preferisco avere giocatori inferiori tecnicamente, ma con la rabbia in corpo. Per fare tutto ci√≤ serve pianificazione, senza ostacolare i piani di Bielsa. Il tecnico ha bisogno di una dirigenza che lo segue e sarei felice se lui controllasse anche il settore giovanile, ormai ridotto ai minimi termini, come dimostrato dal fatto che la Lazio sta cercando in Europa¬†giovani calciatori di 20 anni perch√© non ha¬†pi√Ļ giocatori nel¬†vivaio. Non vedo l’ora di vedere all’opera Bielsa, la sensazione √® quella che solo lui pu√≤ far ripartire la Lazio. Questo non vuol dire che le cose siano¬†cambiate. L’allenatore non deve essere¬†solo un segnale per ammorbidire la piazza, ma la prima di una lunga serie di dimostrazioni per far capire la volont√† di cambiare la situazione. Mi aspetto altre figure nei quadri dirigenziali per ricreare un clima che √® completamente svanito: la Lazio ha una struttura troppo piccola per il nome e per la citt√† che rappresenta. Non possiamo dare a lui tutte le responsabilit√†, lui deve fare l’allenatore, la societ√† deve metterlo nelle migliori condizioni per farlo“.

Poi, il discorso si sposta sul mercato:Quando si inizier√† a velocizzare i tempi per le operazioni di mercato? Nel frattempo Lapadula si √® accasato al Milan, ora il Napoli cercher√† di prendere Immobile. Non sono tanti gli attaccanti¬†a disposizione e mi piacerebbe che uno di loro arrivasse alla Lazio”.

Per chiudere, un appunto sulla situazione Candreva: “Pastorello (l’agente del giocatore, ndr) ¬†lavora per portarlo all’Inter. Con quale coraggio si pu√≤ fare un’offerta di 16 milioni per un calciatore del genere? Io ripartirei da una cifra di 30, assumendo lo stesso atteggiamento spavaldo delle altre squadre. Oppure, tenterei la strada di uno scambio di giocatori, pensando ad esempio Icardi. La Lazio vende male il proprio¬†prodotto, anche se sono convinto che Lotito non accetterebbe mai un’offerta di 16. Candreva √® Candreva, non √® uno qualunque; io poi non lo venderei mai…“.¬†

Follow LAZIALITA on Social
0