Pulici su Bielsa: “Il suo modulo mi intriga e spero conquisti il pubblico. E Prandelli…”

20130711_pulici

 

AGGIORNAMENTO 17:30 – Felice Pulici ha avuto modo di parlare anche a TMW Radio in maniera approfondita del momento in casa Lazio: “Preferire aspettare a dare giudizi su Bielsa, bisogna vedere cosa far√†. Chiaro che questa attesa ha un costo, siamo ad un esborso non indifferente per un tecnico, ce ne sono altri che prendono altri soldi in altre leghe. Bielsa arriva con un bagaglio e una cifra abbastanza rilevante, una cosa che la Lazio di Lotito non ha mai fatto. Dopo il 23 maggio ovvero la giornata dell’evento “Di padre in figlio” ho detto che non avrei parlato della Lazio, del nuovo mister e del mercato: ora Bielsa sembra ad un passo e questa √® la prima volta che ne riparlo, perch√© devo ammettere che questo 3-3-1-3 mi intriga. Comunque, ripeto che¬†voglio aspettare per esprimermi, voglio capire se √® in grado di catturare la componente fondamentale per una squadra, che √® il pubblico. E’ fondamentale che ci sia una presenza, una capacit√† e una forza di far muovere sinergie attraverso una tattica nuova e ordinata“.

 

La nuova Lazio firmata Bielsa, la rivoluzione che in tanti si aspettavano e che finalmente √® arrivata lasciando in estasi tutta la tifoseria biancoceleste. Un nome di livello internazionale quello del tecnico argentino, che sembra avere tutti i requisiti giusti per far ripartire la Lazio dopo una stagione deludente come quella passata. Tra curiosit√† ed entusiasmo, sulla questione Bielsa si √® pronunciato anche l’ex portiere laziale¬†Felice Pulici,¬†intervenuto a¬†Tuttomercatoweb.com: ” Non lo conosco bene, ¬†ma sono davvero¬†curioso di vedere all’opera uno che in molti definiscono un vero maestro, uno cos√¨ mancava al calcio italiano.”¬†Prosegue poi esprimendo una certa perplessit√† riguardo il comportamento della societ√† biancoceleste nei confronti di¬†Cesare Prandelli: “¬†Non so come si siano lasciati ma a Prandelli andava comunicato qualcosa prima dei contatti ufficiali con Bielsa. In primis viene la persona, poi il fatto di trattarlo come seconda scelta √® sbagliato, Prandelli ha guidato con successo pi√Ļ club ed √® stato anche ct azzurro, arrivando pure in finale agli Europei. Il flop del mondiale brasiliano? Non pu√≤ di certo essere lui l’unico responsabile, nel calcio ci sono situazioni simili, lui fece bene a lasciare l’incarico, assumendosi le responsabilit√† per salvare quella rosa che aveva scelto, testimonianza di come la persona sia retta e corretta e di come non sia stata trattata come meritava.”¬†

Follow LAZIALITA on Social
0