EURO2016 – 100 mila euro di multa alla Croazia. Restano in attesa Turchia, Ungheria e Portogallo

Fumogeni Croazia-Rep. Ceca

AGGIORNAMENTO ORE 18.20: Arrivata la sanzione per la Croazia che, come riportato dall’Ansa, prevede: “centomila euro di multa, il divieto di vendere i biglietti agli ‘hooligan’ già identificati e sanzione ‘sospesa per un periodo di prova fino alla fine del torneo’ “. Così la commissione disciplinare dell’Uefa si è espressa nei confronti della Federcalcio croata in merito agli scontri avvenuti durante Repubblica Ceca – Croazia. Turchia, Ungheria e Portogallo aspettano ancora i loro provvedimenti.

Durante la partita Croazia-Repubblica Ceca, i tifosi croati hanno lanciato un petardo in campo costringendo l’arbitro a fermare la partita per alcuni minuti: la commissione disciplinare della Uefa ha deciso di giudicare l’avvenuto. Nel pomeriggio avremo il verdetto che potrebbe andare da una multa al turno a porte chiuse o alla squalifica con sospensione (come accaduto anche alla Russia in tempi non sospetti). Non solo la Croazia rischia di pagare per gli atti dei tifosi, poiché sono state indagate anche Turchia (giudicata oggi insieme alla Croazia), Ungheria e Portogallo (domani). Il verdetto della Croazia influenzerà anche l’italia, dato che probabilmente saranno proprio Modric e compagni gli avversari degli azzurri agli ottavi.

Follow LAZIALITA on Social
0