I ricordi di Capello: “Reja e Zoff amici veri. Roma nel cuore, ma è davvero triste vederla ridotta così…”

Capello

Prima da giocatore, poi da allenatore, Fabio Capello, è diventato un personaggio chiave nella storia del calcio italiano. In occasione della sfida tra Inghilterra e Russia e a pochi giorni dal suo settantesimo compleanno, il tecnico di Pieris si è raccontato in un’intervista rilasciata alla “Gazzetta dello Sport”, ripercorrendo la sua carriera e le sue passioni. In così tanti anni di calcio, sono stati molteplici  i personaggi con cui si è rapportato sui campi, ma in particolare sono due le persone che gli sono rimaste maggiormente nel cuore: ” “Il nostro è un ambiente nomade, i contatti restano spesso in superficie, ma Reja e Zoff sono amici veri”. La Capitale è stata senza dubbio la tappa ad essergli entrata nel cuore ed averlo conquistato: ” Ho girato il mondo,ma nessun posto possiede la bellezza di Roma, Il fascino millenario dei suoi monumenti è unico. Dopo cena quando giocavo, portavo gli amici ad ammirare i Fori.  Fa davvero male al cuore vedere come è stata ridotta”.

Follow LAZIALITA on Social
0