Lazio, dov’è il bilancio di marzo? I piccoli azionisti interpellano la Federsupporter: “Non c’è obbligo, ma…”

Schermata 2016-06-03 alle 15.42.17

Tutti aspettano ancora la trimestrale di bilancio approvata al 31 marzo 2016: la Lazio deve ancora renderla nota, tuttavia non c’è l’obbligo. Infatti i biancocelesti sono tenuti a pubblicare solamente la semestrale, mentre per le trimestrali non c’è un vincolo; a spiccare, però, è la netta differenza tra Nord e Sud. In effetti, la Juventus, società quotata in borsa come la Lazio e la Roma, ha mostrato massima trasparenza, come spiega il presidente della Federsupporter Alfredo Parisi, pubblicando un resoconto dettagliato sugli ultimi nove mesi di gestione, lo riporta lultimaribattuta.it. Contrariamente ha fatto la Lazio, lo conferma anche Il Messaggero, società che si è attenuta comodamente alla legge, non presentando però alcuna notizia: in molti credono ciò sia avvenuto per il passivo che si sarebbe registrato, come successo alla Roma la quale “Ha – a parlare è Parisi – provveduto comunque a fornire al mercato notizie sul proprio indebitamento finanziario (negativo per € 152 milioni)“. Il presidente Lotito potrebbe però essere incalzato dagli azionisti di minoranza: “Per il rispetto delle necessarie informazioni al mercato da parte di società di calcio quotate, più volte richiamate dalla stessa Consob, per la peculiarità delle loro gestioni, Federsupporter sta studiando, sollecitata da numerosi piccoli azionisti della SS Lazio Spa, l’eventualità di interpellare la Consob“.

 

Follow LAZIALITA on Social
0