Lazio-Adriano, ecco l’intoppo: il blaugrana indagato dal fisco per evasione

Schermata 2016-06-03 alle 00.11.34

 

Niente da fare: le trattative della Lazio spesso tardano a decollare, e quando lo fanno, hanno attorno a sé dei problemi che intralciano il tutto, tanto da rallentare, o, addirittura, far saltare l’accordo. Da Breno a Felipe Anderson, passando per Golaza, Ederson e Yilmaz, sono tanti gli affari complicati in cui la società biancoceleste si è districata (spesso senza successo, anche per cause esterne). Alla lista delle “missions impossible” si aggiunge la trattativa legata ad Adriano Correia Claro del Barcellona.

 

NEL MIRINO DEL FISCO – Come scrive “Il Corriere della Sera“, non c’è alcun problema legato al cartellino, a un carattere un tantino “focoso” o a problemi fisici (almeno finora non riscontrati): l’affare si complica per cinque lettere, che hanno colpito tanti campioni e personaggi famosi nel corso degli anni, Fisco. Da Maradona a Messi (entrambi legati al Barcellona), fino ad arrivare agli italiani Valentino Rossi e Tiziano Ferro (ce n’è per tutti, è il caso di dirlo), in molti hanno evaso il fisco: ora tocca anche ad Adriano. Già verso la fine dello scorso aprile El Pais aveva rivelato delle voci riguardanti un’evasione fiscale pari a poco meno di un milione di euro (la cifra si aggira attorno ai 700.000) legata al terzino, imputato di non aver denunciato i redditi sui diritti d’immagine per gli anni 2011 e 2012, affidati a una società di Madeira (isola portoghese nell’Atlantico, che ha dato i natali al tre volte Pallone d’Oro e Campione d’Europa Cristiano Ronaldo), con l’idea di non pagare le tasse (come fecero tra l’altro Xabi Alonso, Mascherano e lo stesso Messi). Ora la questione si sarebbe fatta ancor più grave, vista l’indagine fatta scattare nei confronti del brasiliano da parte del fisco.

 

SALVAGENTE (DI LUSSO) – Insomma, sul fronte mercato, i problemi per la Lazio – forte di aver chiuso positivamente la trattativa col giocatore presentandogli un contratto valido per quattro anni a 2 milioni di euro per stagione, aspettando la benedizione del Barça che avrebbe dovuto liberarlo a zero nonostante un ulteriore anno di contratto – non trovano fine, e potrebbero far saltare l’accordo per il terzino. Attendendo futuri sviluppi, per il momento il club sembrerebbe tutelarsi spingendo per Ansaldi (terzino versatile, il cui cartellino è interamente del Genoa dal 31 maggio) cercando di superare le pretendenti, e provando a stringere quantomeno per un difensore centrale, uno su tutti Jardel del Benfica, affiancato da Gustavo Gomez (classe ’93 del Lanus neo-campione d’Argentina) obiettivo che resta tra i primi della lista sul taccuino delle aquile.

 

Questo è quanto, mentre, tra le tante difficoltà, emerge un altro nodo, grosso, da sciogliere.

Follow LAZIALITA on Social
0