Guido De Angelis: “Il 26 maggio √® la ‘Coppa dei Campioni di Roma’. Tifosi, proteggiamo Cesare Prandelli”

Guido Radio

Consueto editoriale della mattina del nostro direttore¬†Guido De Angelis¬†in apertura della trasmissione¬†‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’¬†in onda sulle frequenze di¬†Radiosei 98.100. Tema caldo l’anniversario del 26 maggio:¬†“Ricordo l’attesa snervante e che in cronaca avevo dei problemi e ho dovuto fermarmi per la troppa tensione. Non rimembro una partita vissuta cos√¨, con la tenuta fisica precaria per via dell’emozione. Forse siamo un po’ esagerati, in fondo √® calcio, ma un momento del genere l’ho vissuto nel 1974 con Lazio-Foggia, o addirittura nella finale di Coppa Uefa persa 3-0 con l’Inter a Parigi. ¬†Quando sei in svantaggio soffri meno, quando invece sei vicino alla vittoria soffri molto di pi√Ļ, perch√© sai che ti pu√≤ sfuggire da un momento all’altro. I tifosi della Roma erano tesi come noi o forse di pi√Ļ. Per fortuna √® andata bene, ma che sofferenza. Io la rivincita non la voglio fare, stiamo giocando con la storia e con le nostre forze. Si sapeva che chi avesse perso ci avrebbe rimesso tanto. Un derby pu√≤ cambiare la storia? Io dico di s√¨. Quando dall’altra parte parli del 26 maggio fanno finta di non vederti ma ti vedono, fanno finta di non sentirti ma ti sentono, li tocchi su un nervo scoperto. Ai tifosi della Lazio dico che va bene tutto, i festeggiamenti i post e gli striscioni, ma per Lulic non √® stato fatto nulla n√© dai sostenitori n√© dalla societ√†. C’√® tempo per rimediare, ma ricordiamoci che stiamo parlando non di una semplice partita bens√¨ di una ‘Coppa dei Campioni della citt√†’. Noi a differenza loro siamo pi√Ļ fragili, loro a livello di stampa e di media sono molto pi√Ļ forti. Noi non potevamo perderlo, saremmo usciti davvero devastati, loro se lo sarebbero portato dietro tutta la vita.”¬†Poi su Prandelli:¬†“Se critichiamo questo allenatore prima di cominciare siamo messi davvero male. Se Prandelli fosse arrivato alla Roma, come tra l’altro accaduto 12 anni fa, non oso immaginare i titoli dei giornali e il plebiscito tra i tifosi. L’ex ct va protetto e gli va lasciato il tempo per lavorare. Non facciamoci accecare dalla rabbia contro Lotito. L’ambiente Lazio √® lacerato e devastato ¬†da tanti fattori. Non lamentiamoci se poi la stampa non ci aiuta e tutti ci abbandonano. Proteggiamo Prandelli e aiutiamolo ¬†a far ripartire la nostra Lazio. L’ex commissario tecnico della Nazionale √® il primo profilo con un certo curriculum negli ultimi dodici anni. Spero che l’arrivo di Prandelli aiuti la societ√† biancoceleste a ‘sprovincializzarsi’, perch√© non √® possibile che siamo una provinciale di lusso. Siamo fuori dal gruppo importante delle famose sette sorelle e quest’anno a Roma sono venuti tutti a passeggiare. Nemmeno la Lazio degli anni ’60 lasciava fare ci√≤ che voleva agli avversari, anche pi√Ļ blasonati. Chi viene a Roma deve trovare un ambiente infuocato con 50.000 spettatori e deve essere consapevole che all’Olimpico non si passa.”¬†Infine sul mercato:¬†“Sull’altra sponda si parla di Manolas al Manchester United per 40 milioni di euro. Noi invece ne riceviamo massimo¬†15 per Candreva. Io a questo punto gufo per la cessione di Antonio e spero che si riesca a fare mercato senza sacrificare nessuno. In attacco prenderei sia Pavoletti che Lapadula, ma se dovessi riuscire a prenderne soltanto uno sceglierei il primo . Il genoano ha gi√† fatto vedere grandi cose in Serie A, mentre il secondo ha segnato tanti gol ma sempre in Serie B. Serve un centrale di difesa e due grandi acquisti in mezzo al campo. Quello che dico alla societ√† √® di cominciare a muoversi, sia per il mercato in entrata che per l’annuncio di Prandelli, che oggi dovrebbe essere a Roma per firmare.”

Follow LAZIALITA on Social
0