Pazza idea per il mercato: Pepito Rossi è più che una tentazione. E quei precedenti con Prandelli…

 

Rossi-G

Se il pacchetto arretrato della Lazio ha evidenziato nel corso della stagione appena giunta al termine lacune evidenti, a tratti gigantesche, il reparto offensivo risulta, quantomeno a livello numerico, il più bisognoso di innesti in casa biancoceleste: Djordjevic si è espresso su livelli assolutamente non incoraggianti, ma rimane l’unica punta in rosa, date le partenze certe di Klose e Matri. Non è un caso che il diesse Tare abbia annunciato colpi in arrivo lì in avanti, e l’identikit è quello di un attaccante di un certo peso, capace di raggiungere con facilità la doppia cifra: si è pensato a Milik, bomber dell’Ajax e ragazzo dal futuro certamente roseo, ma l’Ajax chiede almeno 20 milioni e sul giocatore è destinata a scatenarsi una vera e propria asta, con il club olandese che avrebbe già rifiutato la prima proposta della dirigenza biancoceleste di 12 milioni più 3 successivi e ulteriori 3 milioni in caso di piazzamento europeo. Ecco perché, secondo quanto riporta il Messaggero, la Lazio avrebbe una pazza idea, che risponde al nome di Giuseppe Rossi. Pepito rientrerà alla Fiorentina dopo la parentesi al Levante retrocesso: i sei mesi in Spagna lo hanno rigenerato (6 reti e 2 assist in 17 presenze in Liga, compreso il gol che ha posto fine alle velleità dell’Atletico Madrid di Simeone di vittoria del campionato), l’infortunio al crociato sembra soltanto un brutto ricordo, e la Fiorentina non è convinta a puntare sull’ex attaccante della Nazionale. L’agente è Pastorello, lo stesso di Candreva, e lo stesso che aveva fatto da tramite nel contatto avvenuto tra Lazio e l’ex allenatore del Cile Sampaoli a Roma; mentre il contratto è in scadenza a giugno 2017, dunque l’operazione si può chiudere per una cifra abbordabile che si aggirerebbe attorno ai 6/7 milioni di euro, vale a dire circa un terzo di quanto la Lazio sarebbe costretta a spendere per Milik. Da non sottovalutare ovviamente anche l’ipotesi legata a Cesare Prandelli: qualora la Lazio dovesse virare sul tecnico lombardo, corteggiato insistentemente anche dall’Atalanta, Rossi potrebbe ritrovare alla Lazio l’allenatore che nel 2010 gli aveva consegnato la fascia di capitano della Nazionale azzurra. Pepito Rossi-Lazio: una suggestione che potrebbe presto concretizzarsi e diventare realtà.

Follow LAZIALITA on Social
0