Guido De Angelis: “Mi sembrava troppo bello per essere vero che Sampaoli venisse alla Lazio. A questo punto mi tengo stretto Inzaghi…”

Guido Radio

Consueto editoriale della mattina del nostro direttore¬†Guido De Angelis¬†in apertura della trasmissione¬†‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’¬†in onda sulle frequenze di¬†Radiosei 98.100.¬†Tema principale la querelle riguardo Jorge Sampaoli e l’intrigo con la Lazio:¬†“Sta per succedere o forse √® gi√† successo quello che temevo. Mi sembrava troppo bello per essere vero vedere Sampaoli sulla panchina della Lazio. Tempo fa dicevo di quanto fosse bello avere Sampaoli come allenatore della squadra biancoceleste e clamorosamente due giorni fa il tecnico argentino sbarca a Roma. La societ√† non dice nulla e nel frattempo Tare continua a sponsorizzare la candidatura di Simone Inzaghi. In questo momento √® molto difficile lavorare qui a Roma, perch√© ho paura che la Lazio non lo metta in condizioni di svolgere le proprie mansioni e lo bruci. Visto che Sampaoli probabilmente si allontana dalla Lazio, io dico che a questo punto mi tengo Inzaghi. Mi sembrava troppo bello, ma non ci ho mai creduto. Il tecnico argentino vuole giustamente soldi e giocatori, che non credo la societ√† sia disposta a concedergli. Io immagino la trattativa con l’ex ct del Cile che chiede tre milioni all’anno e la faccia che pu√≤ fare aver fatto¬†di fronte a questa richiesta. In un momento del genere non bisogna badare a spese, visto che non credo che Sampaoli vada a gravare sul bilancio come invece hanno fatto Barreto, Perea, Alfaro e compagnia bella. Dall’altra parte Spalletti √® stato spinto e sponsorizzato, fino a scrivere sui giornali che Garcia doveva andarsene. Io invito stampa, tv e tutti i ¬†media a spingere per l’allenatore argentino alla Lazio. Se non dovesse arrivare lui, io mi tengo Inzaghi. Lotito evitasse di mettersi a tavolino con De Biasi, Ventura e Maran, perch√© la gente non se lo merita e la Lazio non ne ha bisogno. Diamo la possibilit√† ad inzaghi di lavorare bene e con serenit√†, se lo merita. Sta accadendo la stessa cosa che successe con Allegri e Donadoni, poi andati a cercare fortuna altrove e sappiamo tutti com’√® andata. Sampaoli giustamente sta cercando di farsi pubblicit√†, magari con squadre che hanno bisogno di rilanciarsi, come Lazio ed Espanyol. Una societ√† seria, comunque, se davvero avesse voluto questo tecnico non avrebbe mai dovuto lasciarlo partire. Io spero che la faccenda si concluda nel migliore dei modi, perch√© se cos√¨ non fosse andrebbero a rimetterci i tifosi, specialmente quelli che non possono fare a meno della Lazio e vanno tutte le domeniche allo stadio, ma anche quelli che hanno scelto di non entrare pi√Ļ all’Olimpico. I sostenitori meritano rispetto e una dirigenza che anche se dovesse far errori almeno li facesse in buona fede, per tentare di ripartire davvero. Bisogna rischiare, bisogna provare a fare un grande investimento. La gente capirebbe lo sforzo, ma Lotito e Tare non lo capiscono. Speriamo che a questo punto possa rimanere Inzaghi, anche se la pi√Ļ grande speranza √® quella che possa arrivare qualcuno a capo della Lazio a farci risorgere. La societ√† fa parte della Lazio, anche se per noi non lo far√† mai. Un modo per cambiare rotta sarebbe quello di accordarsi con uno sponsor, ma da dieci anni sulla nostra maglia non si vede niente. Siamo attaccati da ogni fronte e questa societ√† non √® capace di difendersi, n√© di difendere i propri tesserati, Inzaghi, Biglia e Candreva su tutti. Leggo che i dirigenti dell’Espanyol hanno avuto un incontro con Sampaoli ieri a pranzo a Roma: se cos√¨ fosse sarebbe davvero uno smacco, ce lo soffierebbero sotto il naso. Non √® possibile…”

Follow LAZIALITA on Social
0