MOVIOLA – Gara rovente per Rocchi: due rigori per il Carpi, sette ammoniti e due espulsi

Rocchi arbitro

MODENA РCarpi-Lazio ricco di emozioni e di episodi da moviola per Gianluca Rocchi, costretto a dirigere una gara davvero scorbtica (sette ammoniti e Biglia e Djordjevic espulsi nel finale). Nel primo tempo due rigori concessi ai padroni di casa, entrambi falliti da Mbakogu.

PRIMO TEMPO – All’11’ il primo penalty in favore del Carpi: Hoedt sbaglia il controllo in area, Mbakogu lo anticipa e viene steso dal difensore olandese, ingenuo nella circostanza. Rocchi indica giustamente il dischetto. Al 24′ Di Gaudio si lascia cadere in area cercando il contatto con Biglia, ma viene graziato da Rocchi che lascia correre. Al 25′ sul proseguire dell’azione, Poli stende Felipe Anderson e si prende il giallo. Stesso provvedimento per Pasciuti al 26′, per un’entrata da censura su Candreva. Al 40′ secondo rigore per il Carpi: Mbakogu duella con Mauricio spalle alla porta, il difensore tocca il pallone con la mano e induce il direttore di gara a fischiare il secondo giusto penalty per gli uomini di Castori. Al 42′ dopo un fallo di su Bianco di Parolo (ammonito nella circostanza), il capitano della Lazio, Biglia, protesta vibrantemente con Rocchi e finisce anche lui sul taccuino dell’arbitro.Al 43′ altro giallo, stavolta per Romagnoli, reo di un altro brutto fallo su Candreva.

SECONDO TEMPO – La ripresa √® pi√Ļ tranquilla rispetto alla prima frazione, con il solo Lollo ammonito al 55′. Nel finale, invece, torna la bagarre: all’83’ Biglia mette gi√Ļ Verdi¬†e viene ammonito per la seconda volta procurandosi la giusta espulsione. Dalla punizione scaturisce il gol di Mbakogu, che mette dentro il tap-in dopo la traversa colpita da Verdi. Marchetti prova a salvare il pallone fino all’ultimo, ma la sfera √® ampiamente aldil√† della linea bianca. Al 90′ scintille tra Djordjevic e Letizia: il serbo mette le mani al collo all’avversario e viene espulso, mentre il capitano del Carpi se la cava con un giallo. La Lazio termina la gara in 9, ma porta a casa i tre punti dopo l’1-3 del Braglia che vale, quantomeno, l’ottavo posto matematico.

Follow LAZIALITA on Social