Le PAGELLE di Guido De Angelis: Marchetti il migliore in campo, Klose sugli scudi. Difesa da rifondare

Schermata 2016-05-08 alle 18.13.20

 

MODENA – La Lazio riesce a ottenere tre punti contro il Carpi che blindano l’ottavo posto, magra consolazione, quasi inutile, della stagione. I biancocelesti si avviano all’ultima partita stagionale con un ruolino di marcia che conta quattro vittorie su sei partite giocate sotto la guida di Simone Inzaghi. Come di consueto nel post-gara, arrivano le pagelle del nostro direttore, Guido De Angelis.

 

 

MARCHETTI 8 – Il portiere di Bassano compie una delle migliori prestazioni con la maglia della Lazio, sicuramente tra le più belle della sua carriera. Ipnotizza Mbakogu per ben due volte, salvando la Lazio prima dallo svantaggio (dopo l’ingenuità di Hoedt), poi dal possibile ritorno del Carpi (errore di Mauricio, sempre nel primo tempo). Unica sbavatura l’uscita in occasione della quale non blocca il pallone. Per poco non para anche il goal di Mbakogu, respingendo la palla non appena ha oltrepassato la linea. Si candida per gli Europei di Francia.

BASTA 6 – Il terzino gioca una partita di sostanza, mettendo in campo la sua esperienza, senza mai andare veramente in affanno.

BISEVAC 6,5 – Porta in vantaggio la Lazio, e gioca una partita tutto sommato buona, viste anche le condizioni fisiche non del tutto eccellenti. Non era facile giocare contro giocatori rapidi.

HOEDT 5 – L’olandese gioca solamente 15 minuti, in cui si macchia, però, del fallo che potrebbe cambiare la partita: con un suo intervento al limite, Rocchi fischia un calcio di rigore in favore del Carpi, che per fortuna non viene trasformato da Mbakogu (MAURICIO 4 (dal 16′) – Pronunciare la parola «Mauricio», senza accostargli «giallo» sembra una mancanza, un peccato. Ormai l’ammonizione per il brasiliano è scontata, è la sua tredicesima in campionato. Entra nel primo tempo, sbagliando molto, quasi tutto, e donando agli avversari la possibilità di rientrare in gara. Non adatto alla Lazio).

KONKO 6 РIl francese fa bene. La sua stagione, al contrario di quella biancoceleste, non ̬ affatto negativa.

PAROLO 6,5 – Rientra in una sfida difficile, contro una squadra che aveva intenzione di lottare su ogni pallone per ottenere 3 punti salvezza. Il numero 16 svolge una buona partita, di rottura e proposizione: con un pizzico di fortuna in più, sarebbe stato lui a siglare il vantaggio della Lazio. Viene ammonito dall’arbitro ma non lo merita.

BIGLIA 6,5 – Oltre a lavorare da regista, veste anche i panni da intenditore: il capitano va a protestare giustamente per il giallo a Parolo, che non aveva fatto un intervento da ammonizione, anch’egli riceve però il cartellino. Viene poi espulso nel secondo tempo, in quella che potrebbe essere la sua ultima gara in biancoceleste.

LULIC 7 РNella mediana a 3 con Biglia e Parolo si trova bene, forse ̬ la sua miglior posizione in mezzo al campo e si vede. Sfiora il goal nel primo tempo con un tiro che rimbalza su traversa e palo.

CANDREVA 7 – Sigla il secondo goal della Lazio, si propone bene in attacco già dai primi minuti, quando Gagliolo ferma il suo destro al volo con il braccio. Per la terza stagione consecutiva arriva in doppia cifra nel campionato italiano, firmando inoltre, la sua presenza numero 15o con la maglia della Lazio. (DJORDJEVIC 5 (dal 68′) – Sicuramente la sua non è una prestazione da ricordare. Ha perso la bussola, la sua stagione, se possibile, è ancor più negativa di quella biancoceleste. Gli si tappa una vena e lascia la Lazio in 9 negli ultimi minuti del match).

KLOSE 7,5 – Segna il suo 63esimo goal con la maglia della Lazio. Salva anche in occasione del primo rigore, quando si avventa sul pallone dopo la respinta di Marchetti. Dimostra, ancora una volta, la sua caratura mondiale.

ANDERSON 6,5 – Gagliolo fa un brutto intervento su di lui, che lo costringe a uscire. Il brasiliano finalmente svolge una buona prestazione, firma anche l’assist dello 0-2 di Candreva (ONAZI 6,5 (dal 50′) – Entra bene in partita, lotta sui palloni e regala anche il passaggio a Klose, che segna il momentaneo 0-3. Con Inzaghi sembra un altro giocatore).

 

 

INZAGHI 6,5 РDifensori centrali permettendo, la Lazio fa una buona gara. Il mister schiera la giusta formazione, i cambi anche sembrano quelli giusti: la panchina non era affatto lunga, la sua Lazio sa come colpire e cosa fare nelle varie situazioni di gioco. Simone ̬ felice: la squadra ̬ con lui, lo sente, ed effettivamente si vede.

Follow LAZIALITA on Social
0