Carpi-Lazio, precedenti e statistiche: lo 0-0 dell’andata unico confronto diretto in Serie A. Gli emiliani a caccia della salvezza nella bolgia del Braglia

Miroslav Klose Lazio. Roma 6-01-2016 Stadio Olimpico, Football Calcio 2015/2016 Serie A Lazio - Carpi. Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto

Foto: InsideFoto

MODENA – Carpi e Lazio sono pronte ad affrontarsi in quel del Braglia di Modena per la 37esima giornata di Serie A, che rappresenta al contempo l’ultima gara casalinga degli emiliani e l’ultima trasferta di questo campionato per i biancocelesti. La squadra di Inzaghi ha bisogno di tre punti per chiudere nel migliore dei modi la stagione, mantenere accesa una fiammella per il sesto posto e soprattutto evitare la nona posizione¬†che significherebbe preliminari di Coppa Italia a met√† agosto. Il tecnico piacentino non potr√† contare in Emilia sugli squalificati¬†Gentiletti¬†e¬†Keita, oltre che sui lungodegenti¬†de Vrij, Kishna, Radu¬†e¬†Matri¬†e proporr√† perci√≤ il classico 4-3-3¬†ma con alcune variazioni. In porta ovviamente¬†Marchetti, poi linea difensiva composta da¬†Basta, Bisevac, Hoedt¬†e¬†Konko, a centrocampo¬†Onazi, Biglia¬†e¬†Lulic,¬†in avanti, infine,¬†Candreva, Klose¬†e¬†Felipe Anderson. I ballottaggi sono in mediana, con¬†Parolo¬†che scalpita per una maglia dal 1′ a discapito di Konko (con Lulic che scalerebbe nel ruolo di terzino sinistro) e in attacco, con¬†Mauri¬†che insidia Felipe Anderson. I dubbi, comunque, verranno sciolti nella rifinitura di oggi. Dall’altra parte la squadra di Castori √® in piena¬†bagarre¬†per non retrocedere e si prospetta dunque un match infuocato in un Braglia tutto esaurito: i biancorossi, infatti, sono terzultimi in coabitazione col Palermo a 35 punti e a sole tre lunghezze dall’Udinese. Il tecnico Castori potr√† schierare la miglior formazione possibile ed √® consapevole che si giocher√† in una bolgia, visto che i biglietti per la squadra di casa sono stati venduti a prezzi stracciati proprio per spingere la squadra verso la prima storica permanenza in Serie A. In attesa del match, ecco tutte le statistiche e i numeri delle due squadre nel massimo campionato italiano, poich√© l’unico precedente √® rappresentato dallo 0-0 della gara d’andata:

PRECEDENTI –¬†Lo scorso 6 gennaio √® collocato, come detto, l’unico confronto diretto tra i due club in Serie A. Fin√¨ 0-0 all’Olimpico, in una gara noiosa¬†e scorbutica che pu√≤ forse al meglio rappresentare la drammatica seconda stagione di Pioli alla guida della Lazio, contrassegnata da un irritante anonimato. Gli emiliani guadagnarono un punto preziosissimo nella corsa alla salvezza e nel finale rischiarono addirittura il colpo grosso con Zaccardo che per poco non approfitt√≤ di un grossolano errore di Konko in fase di disimpegno.

STATISTICHE –¬†Il Carpi √® la squadra che ha pareggiato pi√Ļ partite per 0-0 in questa Serie A (ben sette, compresa quella con la Lazio).

La Lazio non pareggia da sei giornate di campionato: tre vittorie (con Palermo, Empoli e Inter, tutte senza subire reti) e tre sconfitte (con Roma, Juventus e Sampdoria) il computo in questo parziale.

La squadra di Castori ha segnato appena un gol nelle ultime tre partite, ma è riuscita ad ottenere quattro punti.

Nelle cinque partite con Simone Inzaghi in panchina, la Lazio ha calciato verso la porta avversaria in media 15 volte a partita, centrando il bersaglio cinque in media; nelle 31 con Pioli, i biancocelesti avevano una media a match di 13.2 e nello specchio di 3.6.

Con il tecnico piacentino, i capitolini hanno segnato otto gol di cui ben cinque nel primo quarto d’ora di partita. Con Pioli, invece, i biancocelesti hanno realizzato appena due centri in 31 giornate.¬†

Il Carpi è la squadra che ha segnato meno gol su palla inattiva in questa Serie A: sei, nessuno degli ultimi cinque.

La Lazio √® la seconda squadra che ha realizzato pi√Ļ reti su calcio di rigore: ben otto, dietro soltanto al Torino con nove.¬†

L’attaccante del Carpi Matteo Mancosu, ha siglato il suo primo gol in Serie A proprio contro la Lazio: era il 22 agosto e il giocatore vestiva ancora la maglia del Bologna (2-1 per i biancocelesti all’Olimpico).

Miroslav Klose si è letteralmente rivitalizzato in questo finale di campionato: il bomber tedesco dopo  una prima parte di stagione molto difficile, ha segnato cinque gol e servito tre assist vincenti nelle ultime cinque presenze in Serie A.

Riccardo Selvi

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0