Carpi-Lazio 1-3, quarto successo per Inzaghi: Marchetti para due rigori, Klose ancora a segno

PicsArtSenza pi√Ļ obiettivi, almeno da una parte. Cos√¨ inizia Carpi-Lazio, gara valida per la trentasettesima giornata di campionato. Allo stadio ‘Braglia’ di Modena, infatti, i biancocelesti scendono in campo con la consapevolezza di non poter pi√Ļ raggiungere un piazzamento Uefa; di fronte¬†gli emiliani¬†alla ricerca di tre punti fondamentali per sperare ancora nella salvezza.

Inzaghi schiera Hoedt in difesa al posto dello squalificato Gentiletti, Lulic prende posto accanto a Biglia e al rientrante Parolo a centrocampo. In avanti, Candreva e Felipe Anderson – out Keita fermato per un turno dal giudice sportivo – a supporto di Klose. Castori risponde con un 4-4-1-1 e lancia Mbakogu come terminale offensivo.

PRIMO TEMPO – La prima occasione del match capita sui piedi di Candreva al 7′, ma il suo tiro al volo viene fortunosamente deviato dall’avversario. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, al minuto 12 l’arbitro Rocchi concede al Carpi un calcio di rigore, provocato da un fallo di Hoedt. Mbakogu sbaglia, si resta sullo 0-0. Pochi giri di orologio, Hoedt esce per infortunio (Mauricio al suo posto), e Lulic colpisce la traversa al 17′,¬†preludio al vantaggio biancoceleste. Che arriva dopo 6 minuti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla staziona¬†in area, Parolo ci prova due volte ma √® Bisevac a insaccare. Il Carpi accusa il colpo, la Lazio trova anche il raddoppio, firmato dal numero 87 servito meravigliosamente da Anderson (32′). Partita finita? Niente affatto, perch√© Mauricio¬†commette un’ingenuit√† in area, che porta al secondo penalty per gli emiliani. Se ne incarica ancora Mbakogu, ma Marchetti dice ancora no, bloccando un tiro non di certo impeccabile. Sul 2-0 per la Lazio, termina la prima frazione di gioco, dopo 1 minuto di recupero.

SECONDO TEMPO – Si torna in campo. Castori opera il primo cambio: Lasagna entra al posto di Cofie. Proprio il neo entrato va vicino al gol con un tiro che si schianta per√≤¬†sulla traversa (47′). Nel frattempo, arriva la seconda sostituzione per Inzaghi, che richiama un claudicante Anderson inserendo Onazi. I biancorossi ci provano, aggrediscono Biglia e compagni, che resistono ai tentativi avversari di ridurre le distanze. Da quel momento in poi la sfida vive di fiammate, mentre ¬†Crimi prende il posto di Bianco (66′) e¬†Djordjevic rileva Candreva (68′).¬†A chiudere la contesa ci pensa Miro Klose che al minuto 73 infila Belec¬†di¬†precisione. Le squadre si allungano, gli spazi aumentano, ma √® ancora la Lazio a farsi avanti all’80’, con una cannonata di Biglia¬†respinta dal portiere avversario. Tre minuti dopo, il capitano biancoceleste riceve il secondo cartellino giallo, Rocchi lo espelle e la Lazio rimane in 10 uomini. Il Carpi non molla, Mbakogu si rende quindi protagonista in positivo spedendo¬†in rete (84′), dopo l’ulteriore traversa scheggiata da Lasagna. La gara si riapre d’improvviso, gli uomini di Castori ci provano in tutti i modi. Sul finire di tempo, arriva la seconda espulsione laziale: questa volta √® Djordjevic ad abbandonare il campo per reazione al fallo di Letizia. Rocchi assegna poi 4 minuti di extra-time, ma al ‘Braglia’ non succede pi√Ļ nulla. La Lazio vince ancora: quarto successo in sei gare per Simone Inzaghi.

 

Foto: InsideFoto

 

Laura Massa

 

 

Follow LAZIALITA on Social
0