Guido De Angelis: “Vittoria importante nonostante l’arbitraggio di Banti. Spero Klose ci ripensi. Biglia, Candreva e Keita non si toccano!”

Guido Radio

Consueto editoriale della mattina del nostro direttore¬†Guido De Angelis¬†in apertura della trasmissione¬†‘Quelli che hanno portato il calcio a Roma’ ¬†in onda sulle frequenze di¬†Radiosei 98.100. Tema caldo, ovviamente, la vittoria della Lazio per 2-0 ai danni dell’Inter ieri sera:¬†“Gran bella serata. La Lazio vince rischiando ma meritando. E’ il successo pi√Ļ bello e importante di Inzaghi, dopo i test poco attendibili con Palermo ed Empoli e il troppo divario nel match con la Juventus, frutto anche di un atteggiamento veramente remissivo. La sconfitta di Genova √® immeritata ma pienamente colpa nostra, poich√© la Sampdoria √® inferiore per√≤ non si pu√≤ sottovalutare come abbiamo fatto noi. La Lazio non pu√≤ permettersi di snobbare nessuno, perch√© eccetto tre calciatori di livello il resto della rosa √® mediocre. Uno di quei tre, che √® Miro Klose, se ne andr√† a fine stagione e io sono dispiaciuto, perch√© un centravanti come lui in un’annata con una sola competizione nonostante i 37 anni potrebbe tranquillamente starci. I tre gol arrivano proprio da quei top player che abbiamo: vantaggio di Klose, Keita si procura il rigore del 2-0 e Candreva lo trasforma. Vittoria fondamentale ancor di pi√Ļ, perch√© ieri Banti ha fatto di tutto per rovinare la partita con un arbitraggio a tratti davvero irritante. Espulso Inzaghi e Biglia, che √® un grande giocatore ma non un leader neanche protesta. La Lazio purtroppo sembra un ufficio di collocamento, e quei pochi buoni che abbiamo dobbiamo far di tutto per trattenerli. Klose andr√† via invece di essere uomo immagine. Lulic meriterebbe la fascia di capitano per tutto quello che ha fatto e per quello che mette in ogni partita. I tre punti ottenuti contro l’Inter non cambiano certamente la stagione, ma io da laziale vero sono stracontento. Poi se vogliamo dirla tutta abbiamo tolto sei punti alla squadra sbagliata, ma questo √® un altro discorso…”¬†Poi su Inzaghi e il futuro:¬†“Per me pu√≤ anche rimanere, ma non so quanto sia percorribile questa pista. Ieri Candreva e Keita hanno lanciato Simone per la prossima stagione, ma questi due rimarranno a giugno? Ieri il senegalese si √® preso una bella responsabilit√† a sponsorizzare il tecnico, forse perch√© con lui ha pi√Ļ chance di giocare. Ieri c’erano degli osservatori dell’Atletico Madrid per Candreva, ma occhio anche a Keita. Io comunque mi tengo stretto questi due, anche se sono discontinui, perch√© se fossero continui arriverebbero sicuramente le offerte delle grandi squadre che ce li porterebbero via all’istante. Altro che Felipe Anderson, che √® sparito dopo un’ottima stagione. Io non vorrei che l’uomo mercato sia proprio Keita, che sta spingendo davvero tanto e pi√Ļ del brasiliano. Il numero 14 va seguito e gli va data la giusta importanza. Ora la palla passa alla societ√†: su Inzaghi ancora non √® stato deciso nulla e ieri c’era anche Mihajlovic in tribuna e quella presenza non credo sia casuale. Io non mi pronuncio su questo discorso, perch√© so che tutti i tifosi vorrebbero altro, ma Inzaghi deve essere bravo a farsi rispettare e cercare di ripartire da quei giocatori fondamentali. Bisogna inoltre assolutamente vendere le varie zavorre Bisevac, Gentiletti, Mauricio e Onazi. Non si possono cedere¬†i top player se si vuole ripartire. Biglia, Keita e Candreva non si toccano, io venderei piuttosto Felipe Anderson. La Roma ogni anno monetizza al massimo, come ad esempio i vari Marquinos, Benatia, Lamela e Iturbe. Cos√¨ si potrebbe fare un discreto mercato, con una grande punta e un ottimo centrale difensivo come minimo. Io ripeto che Klose √® un campione e io farei di tutto per trattenerlo. In Italia 60-70 minuti come quelli disputati dal tedesco ieri sono cosa rara. E’ davvero un peccato perderlo cos√¨, bisognava gestirlo meglio e proteggerlo di pi√Ļ…”

Follow LAZIALITA on Social
0