Lazio, a giugno scatta il toto-allenatore. Inzaghi sfavorito, ma occhio a possibili sorprese

PicsArt (1)

 

La Lazio è attesa nel mese di giugno a una pressoché totale rivoluzione dopo la deludente stagione appena trascorsa. Tanti giocatori hanno già la valigia in mano, ma il primo nodo da sciogliere riguarda sicuramente l’allenatore. Come scrive stamane Il Corriere dello Sport a guidare i biancocelesti il prossimo anno non dovrebbe essere però Simone Inzaghi. Il tecnico piacentino parte nettamente sfavorito nella corsa alla panchina laziale vista la poca esperienza e la poca attitudine alla pressione di una piazza come Roma, ma dalla sua ha senz’altro l’apprezzamento dei calciatori e della dirigenza per la nuova ventata d’idee portata e per il buon lavoro svolto finora. Lotito e Tare devono pensarci su, poiché è una scelta fondamentale per ripartire nel seguente campionato e cancellare quello fallimentare appena trascorso.

Follow LAZIALITA on Social
0