Juventus-Lazio, precedenti e statistiche: Vecchia Signora maledetta per i biancocelesti. Ultima vittoria nel 2002 con doppietta di Fiore al Delle Alpi

ROME - DECEMBER 15: Stefano Fiore of Lazio celebrates scoring during the Serie A match between Lazio and Juventus, played at the Olympic Stadium, Rome, Italy on December 15, 2002. (Photo by Grazia Neri/Getty Images)

 

TORINO – Dopo la domenica di campionato si torna subito a giocare in Serie A. C’√® la 34esima giornata che prevede tutte le squadre in campo per il turno infrasettimanale e la Lazio √® impegnata allo Juventus Stadium contro la corazzata piemontese. I biancocelesti hanno cambiato marcia dopo l’avvicendamento in panchina tra Pioli e Simone Inzaghi, con due vittorie su Palermo (0-3) ed Empoli (2-0), con cinque gol fatti e zero subiti. Il tecnico piacentino ha riportato voglia ed entusiasmo tra i giocatori, ma se dopo due partite sulla carta abbordabili la squadra ha risposto bene √® tempo di un test davvero probante in casa della prima in classifica. La formazione anti-Juve dovrebbe cambiare parecchio¬†rispetto a quella che ha vinto e convinto nei due turni precedenti: 4-3-3 con Marchetti tra i pali, Basta, Mauricio, Hoedt¬†e Lulic in difesa, Milinkovic-Savic, Biglia e Parolo a centrocampo e¬†Felipe Anderson, Djordjevic¬†e Keita in attacco. Indisponibili Candreva, Bisevac, Matri, Braafheid, De Vrij, Konko, Radu, Kishna, Berisha e Mauri. ¬†Per quanto riguarda la Juventus, i bianconeri sono lanciatissimi verso il quinto scudetto consecutivo e con due vittorie contro Lazio e Fiorentina potrebbero festeggiare il titolo con tre giornate d’anticipo. Allegri deve fare i conti con il pesante ko di Marchisio, che ha terminato la stagione in anticipo e salter√† gli Europei per la rottura del crociato e la squalifica di Morata. Spazio dunque al rodato 3-5-2 con Buffon in porta, Barzagli, Bonucci e Rugani in difesa, Lichtsteiner, Khedira, Lemina, Pogba e Alex Sandro in mediana e Dybala e Mandzukic a comporre il tandem offensivo. In attesa del match, ecco tutti i precedenti le statistiche e le curiosit√† tra le due squadre nelle gare giocate in Serie A nel capoluogo piemontese:

 

PRECEDENTI –¬†Sono 72 i confronti diretti tra Juventus e Lazio in quel di Torino. I bianconeri sono nettamente in vantaggio con 45 vittorie, 18 pareggi e soltanto 9 sconfitte, 157 gol fatti e 43 subiti. Lo scorso anno i bianconeri trionfarono con il punteggio di 2-0 firmato Tevez-Bonucci, che stopp√≤ la magnifica serie di otto vittorie consecutive della squadra allora allenata da Pioli. Il 17 novembre 2012 l’ultimo pareggio: 0-0 allo Juventus Stadium con la celebre super prestazione di Federico Marchetti che par√≤ di tutto quella sera e consent√¨ ai ragazzi in quel periodo guidati da Petkovic di strappare un insperato punto. L’ultima vittoria della Lazio, infine, risale addirittura al 15 dicembre 2002: fin√¨ 1-2 al Delle Alpi con vantaggio dei padroni di casa¬†dell’ex Pavel Nedved ribaltato dallo spauracchio bianconero Stefano Fiore, che decise con una doppietta il risultato in favore della Banda-Mancini nella fitta nebbia di Torino.

 

STATISTICHE –¬†In generale, la Lazio non batte la Juventus in Serie A dal 6 dicembre 2003 (2-0 Corradi-Fiore): 16 vittorie¬†bianconere e 6¬†pareggi da allora nel massimo campionato italiano.

 

I biancocelesti, inoltre, non segnano pi√Ļ di un gol alla Juventus dall‚Äôaprile del 2008 e hanno terminato¬†nove delle 14 gare pi√Ļ recenti senza realizzare nemmeno una rete ai bianconeri.

 

La Juventus √® la squadra che ha battuto pi√Ļ volte (75) e segnato pi√Ļ gol (256) alla Lazio in Serie A.

 

Nel campionato 2015/2016, la Juventus ha ottenuto 67 punti sui 69 a disposizione nelle ultime 23 giornate, costituendo un record di punti in Serie A in una serie di 23 gare. I¬†bianconeri, oltretutto,hanno vinto tutte le ultime 13 gare casalinghe di campionato, tenendo la porta inviolata nelle pi√Ļ recenti otto occasioni.

La Lazio, come detto, ha vinto entrambe le partite dall‚Äôarrivo di Simone Inzaghi in panchina al posto di Stefano Pioli: cinque gol fatti e nessuno subito tra lo 0-3 di Palermo e il 2-0 dell’Olimpico contro l’Empoli.

Le uniche quattro sconfitte della Juventus nella Serie A di quest’anno sono tutte arrivate con Claudio Marchisio assente dal campo.

La Juve ha vinto 25 delle 26 gare in cui si è portata in vantaggio nel campionato corrente, pareggiando l’altra (Juventus-Frosinone 1-1): appena due i punti persi, un altro primato per la Vecchia Signora.

Riccardo Selvi

Follow LAZIALITA on Social