Emergenza infortuni, Patric in campo a Genova. Ora lo spagnolo cerca più spazio

Basta va ko, sul campo del ‘Luigi Ferraris’ di Genova entra Patricio Gabarrón Gil, da tutti conosciuto come Patric. Per lo spagnolo ex Barcellona B si tratta della terza presenza – la prima si registra nella disfatta in casa del Chievo, nel girone di andata, la seconda nella vittoria con l’Inter, quando è subentrato a Candreva nell’ultimo minuto di recupero – in un campionato vissuto prevalentemente in panchina. Questo basta a spiegare come, insieme a Ravel Morrison – sull’inglese grava oltretutto il comportamento tenuto -, si tratti di un acquisto davvero poco considerato  da mister Pioli. Che però – ormai è consuetudine – si trova a fronteggiare problemi di infermeria relativi anche alle corsie laterali. Konko verrà con tutta probabilità riconfermato, Basta è alle prese con uno stiramento, Radu ne avrà ancora per qualche giorno, Braafheid non viene impiegato, Lulic è il solo arruolabile in quella posizione. Insomma, la situazione descritta lascia facilmente intuire le difficoltà di formazione che potrebbero presentarsi, già a partire dalla gara di giovedì. Ecco allora che Patric potrebbe trovare ancora spazio, contando sulla buona prestazione offerta nel match di sabato, in cui ha messo in evidenza le sue caratteristiche offensive.  Il percorso di crescita del terzino è tuttavia ancora lungo, come lui stesso ha confermato nel post-partita: “Mi piace molto attaccare, ma devo migliorare la fase difensiva. Ho aspettato il mio momento, quando il mister mi chiama io entro in campo per la squadra“. Patric chiede spazio, al termine del campionato mancano quattordici incontri. Mentre il tempo a disposizione per raggiungere l’Europa sembra non bastare più, c’è ancora quello per provare a convincere tecnico e tifosi.

Laura Massa

Follow LAZIALITA on Social



Vuoi seguire la Lazio in ritiro ad Auronzo di Cadore?

Scopri adesso le offerte riservate ai lettori di Lazialità