Lazialità in TV

 

Figc, Tavecchio: "Al calcio serve una scossa, stiamo per aprire una stagione di riforme"

Figc, Tavecchio: (ANSA) - ROMA, 1 SET - "Il calcio italiano è all'anno zero? Non flagelliamoci. Stiamo per aprire una stagione di riforme, ma [continua...]

Mercato, ultimo giorno: la situazione completa a poche ore dalla chiusura

Mercato, ultimo giorno: la situazione completa a poche ore dalla chiusuraSi chiude alle 23, ufficialmente non sono previsti colpi in entrata. L’indirizzo della società è chiaro, è stato confermato [continua...]

Milan-Lazio, la moviola: dubbio sul tocco di Abate con la mano, poteva starci un rigore

Milan-Lazio, la moviola: dubbio sul tocco di Abate con la mano, poteva starci un rigoreEsordio in A (già diretto in Euroleague Asteras Tripoli-Maccabi Tel Aviv 2-0) per Tagliavento: un dubbio sul primo rigore (Menez un [continua...]

LAZIALITA' di Luglio-Agosto "ANNO ZERO": da Martedì 8 Luglio in tutte le edicole di Roma – SFOGLIA L'ANTEPRIMA.

ESCLUSIVA “Quelli che” – Gino Di Vaio: “Marco sarà dirigente del Bologna, mentre Nesta…”

Ieri, ospite di “Quelli che hanno portato il calcio a Roma” sui 98.100 di Radio Sei, Gino Di Vaio, papà di Marco, ha svelato alcune curiosità legate al figlio, oggi bomber del Montreal Impact: “Il suo contratto a Montreal scadrà ad ottobre, c’è un’opzione per la prossima stagione, ma Marco tornerà in Italia perché il Bologna ha già portato in Lega il pre contratto da dirigente”. Nel 2007 Marco fu molto vicino alla Lazio, papà Gino racconta: “Sabatini lo chiamò, dicendogli che Delio Rossi lo voleva a tutti i costi. Marco a Genova (con il Genoa, ndr) guadagnava circa 2,5 milioni, ma pur di tornare alla Lazio per cinque anni sarebbe stato disposto a dimezzare il suo ingaggio. Lotito, però, disse che l’affare non rientrava nella morale della società, che offriva al massimo 600.000 euro ai propri giocatori. A quel tempo Marco aveva 31 anni”. Marco Di Vaio, ma anche Alessandro Nesta: due pezzi di storia laziale. Nati e cresciuti nel vivaio biancoceleste, oggi i due campioni si sono ritrovati in Canada per condividere insieme una nuova avventura, forse proprio l’ultima da calciatori. Sul capitano del secondo scudetto, Gino rivela: “Alessandro non tornerà al Milan, ma neanche in Italia. Chiuderà la sua carriera al Montreal e probabilmente resterà a vivere a Miami, dove ha un appartamento”.

 

 

S.M.

 

Copyright © 2014 Lazialità

Structure Tema